Installazione settembre 2010 – Metamorfo

Dopo essere saliti su in montagna, insieme ai genitori, e aver provato a pulire un pezzo di bosco, abbiamo installato i disegni dei bambini sulla discarica. E’ la stessa discarica sulla quale, da due anni, mettiamo i disegni e gli striscioni della T di Terra. Lo stesso posto dove ogni anno si buttano rifiuti sulle favole dei più piccoli. La nostra idea di arte ambientale non è abbellimento naturalistico, ma denuncia, attraverso l’azione e la ripetizione dell’azione. Un processo di creazione di valori dal basso, che cozza con la indifferenza, creata dall’abitudine. I rifiuti diventano parte dell’installazione, insieme ai colori dei bambini e al Metamorfo.

2 pensieri su “Installazione settembre 2010 – Metamorfo”

  1. La comunicazione ambientale:
    -Informare,
    -Sensibilizzare
    -Coinvolgere
    Si pretende di coinvolgere le persone in un qualche programma ambientale se prima non si è provveduto ad informarle e sensibilizzarle in maniera adeguata?
    E’ quello che fanno i nostri Sindaci…..
    Dice un esperto in ambiente…
    INFORMARE: dare informazioni, notizie.
    SENSIBILIZZARE: rendere qualcuno cosciente e partecipe di un fatto, di un’idea ecc.
    COINVOLGERE: interessare (a un’iniziativa, un progetto e sim) persone, enti, istituzioni.
    Concludo dicendo che provo rabbia e tanta tristezza nel guardare i disegni dei piccoli coperti dalla spazzatura…

  2. Non so chi è l’esperto che citi, ma sicuramente mi ci ritrovo. Aggiungerei, però, che la comunicazione è un modulo. Viene dopo l’organizzazione e il marketing ecologico e precede o accompagna un piano di azione efficace. Ma il vero problema è il senso di appartenenza al territorio, la mancata conoscenza, la disaffezione. Sono tutte cose collegate alla struttura sociale, alla mancanza di valori (e questa è una tendenza generale), alla triste deficienza di previsionalità. Il futuro è oggi, il presente va bruciato e consumato. Poi possiamo anche informare e sensibilizzare, ma se nessuno ne vuole sapere niente, nè ha la sensibilità, perchè non consapevole, non sarà mai ocnvolto pienamente, ma solo a livello formale. Scusami, se mi dilungo, mi prudono un po’ le radici…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>