Sorgente del Sele – Documentario Tesori d’Irpinia – Parte I

Prima parte del documentario sulla sorgente Sanità di Caposele, la Galleria pavoncelli bis e la difficile situazione delle acque in Irpinia, primo bacino imbrifero meridionale. Interviste: Sabino Aquino, idrogeologo ex Presidente del Parco dei Monti Picentini; Pasquale Farina, Sindaco di Caposele; Angelo Ceres, Assessore all’Ambiente di Caposele; Fabiano Amati, Assessore alle Opere Pubbliche della Regione Puglia.

Prima parte

A cura di Virginiano Spiniello su Tesori d’Irpinia, emittente digitale irpina. Riprese di Massimo Battista, Ciro Merlino, Amato Di Sunno. Montaggio Italo Argenio, direttore di produzione Vinia La Sala. Canzone “Li Tiembi” di Tiemp e briganti è cantata da Carmine Palatucci. Dicembre 2011.
 

 

6 pensieri su “Sorgente del Sele – Documentario Tesori d’Irpinia – Parte I”

  1. ciao Brigante, ho visto questo documentario con piacere grazie. E con piacere ho ricordato quando, più di trent’anni fa alla terza elementare, ho studiato per la prima volta l’importanza del fiume Sele per la mia regione, la Puglia. Qualche decennio fa, l’acqua era un bene di cui preoccuparsi, con importanza che variava a livello locale…
    Oggi è diventato un bene così prezioso che ormai non conosce confini, del quale bisogna imparare a non sottovalutarne l’importanza e l’attenzione, per non ritrovarsi un domani non troppo lontano a pagare questo insostituibile dono della natura, come un gioiello che potranno permettersi soltanto le persone più ricche…

  2. ciao Brigante anch’io volevo ringraziarti per aver portato alla luce tante problematiche sommerse….questo video molto suggestivo, grazie anche alle musiche incantatrici, mi ha permesso di capirne di più del mio territorio e ha contribuito al risveglio della mia coscienza ambientale. Buon lavoro e a rileggerti presto!

  3. Ciao carissima, ma brigante è solo il profilo dell’albero vagabondo ed è un’opera del mio creatore Giovanni Spiniello che ha realizzato anche un’altra opera che si chiama Brigante della Libertà. Ed è il fratello dell’Albero. Per questo, su facebook, trovi che il mio profilo si chiama Brigante della Libertà.

    Grazie, anche se risvegliare le coscienze è davvero un onere che non me la sento di sostenere. Cosa faranno poi, le persone coscienti? Torneranno a dormire, probabilmente con sonni più angosciati di prima.

  4. Bosco, scusami per il ritardo con cui ti rispondo, ma ero a un raduno Ent, con i miei amici alberi abbiamo parlato per lungo e lungo tempo. Alla fine abbiamo deciso che l’acqua continuerà a scorrere. Nonostante gli uomini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>