Cairano vista da Francesco

Cairano, 1980. La terra trema e tre persone su quattro muoiono, se ne vanno, emigrano, insomma non ci sono più. Oggi gli anziani, stanchi, sono antiche presenze che lentamente spariscono portando via con sè le proprie memorie, un passato ruvido, ma dignitoso, oggi travolto da uno sguardo esterno che, dalla rupe, mostra l’invadenza che strazia Irpinia e Lucania.

Gli antichi sembrano trascinarsi, testimonianza della tragica vendetta della natura sull’uomo e della sua cieca, innaturale e indifferente risposta. La sofferenza abita ancora qui, non se ne vuole andare. Resiste come un isola in mezzo al mare in tempesta, lì sotto, intatta, immobile, conservando le fattezze di allora in un monumento che non si è lasciato distrarre dalle seduzioni del tempo. L’ora si è fermata.
Le immagini sono state scattate da Francesco Ziccardi, calitrano, 18 anni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>