La triste storia speranzosa del fiorellino

C’era una volta un bellissimo bosco pieno di alberi che davano tanto ossigeno, le persone andavano lì per rilassarsi e portavano con sè anche i bambini che si divertivano tanto. Un giorno, però, per far spazio ad un centro commerciale lo rimossero e di quel bosco ne rimase solo un piccolo fiore. Con il passare del tempo
decisero che dietro al centro commerciale, dove c’era il piccolo fiore, dovevano fare un parco giochi per bambini .Con i lavori il fiore stranamente non morì e diventò sempre più grande. Costruito il parco giochi i genitori lasciavano lì i bambini.Tra questi, c’era un bambino molto timido, Mario, che si metteva sempre in un angolino. Ma un giorno sentì vicino a lui una voce acuta:
-Accidenti! Non si arrendono mai a costruire- spaventato Mario si girò, non c’era
nessuno!
E domandò-Chi ha parlato?
Rispose il fiorellino – Io! –
Mario non era così turbato perchè amava la natura e iniziò a fare tante domande e il fiorellino gli spiegò tutta la storia. A un certo punto si stancò di rispondere a tutte quelle domande e si addormentò e Mario tornò a casa.Il fiorellino e Mario diventarono amici e insieme parlavano del mondo, ma un giorno costuirono altri palazzi. Mario quando andò al parco giochi trovò il suo amico steso a terra. Era morto l’unico fiorellino che portava vita nella città.

Francesca Maria Cennamo V A, Luigi Miraglia, Napoli

2 pensieri su “La triste storia speranzosa del fiorellino”

  1. Complimenti Francesca, è una bellissima favola-verità scritta da un “piccolo”, per far riflettere i “grandi”.
    Forse quel fiore non è proprio morto… è rimasto addormentato perchè l’ombra dei nuovi palazzi nasconde la luce del sole, e lui pensa che sia ancora notte. Sicuramente ci sarà un nuovo capitolo della storia, quando Mario diventerà grande e…

    grazie! (da un grande..)

  2. Ti voglio bene bosco e prima o poi ti regalerò un ramo di biancospino, ad eterna fortuna!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>