Orto Pizzolo Buono… Rocca San Felice

Pizzolo buono e … scella rotta. E’ un detto dell’Alta Irpinia che significa, più o meno, ti piace mangiare bene, ma hai le braccia rotte per lavorare… insomma buongustai, sì, ma anche sfaticati!!! Ed è il nome dell’orto scelto dai ragazzi del Centro Integrazione Giada di Rocca San Felice, Contrada Santa Felicita.
L’orto nasce in base alla metodologia dell’Albero Vagabondo – parole chiave: integrazione, collaborazione, coltivazione biologica – ed è stato realizzato dalla Responsabile dell’organizzazione dell’orto Francesca Modano coadiuvata dagli operatori Francesca Santoli, Raffaella Malanga, Valentina Castellano, Giulio Palatano.
Mentre, durante l’inverno, è stata portata avanti una divertente e interessante ricerca sul mondo degli ortaggi, i ragazzi fremevano aspettando di poter mettere in pratica tutte le idee stimolanti lanciate al Centro Giada. E così, a marzo, è iniziata la preparazione del semenzaio. C’è stata la messa a coltura di semi di pomodori, peperoni, zucchine, cetrioli, rucola, meloni, zucca e poi sono state portate al centro un sacco di piante aromatiche: prezzemolo, menta, basilico, maggiorana, timo, erba cipollina, salvia, rosmarino e altro ancora. Tra i ragazzi del centro, tutti entusiasti dell’idea, i partecipanti più attivi sono stati Angela, Stefano, Davide, Vittorio, Fabrizio, Costantino, i due Antonio, Emanuele, Domenico, Demetrio, Roberto, Veronica, Maria Assunta.
Ora, tempo permettendo, aspettiamo tutti, comprese le stupende piantine, rigorosamente biologiche, la preparazione del terreno a Rocca San Felice. Si sa, questo è un terreno impegnativo. Rocca San Felice è uno dei paesi più belli e panoramici dell’Alta Irpinia, con il suo castello imponente domina tutto il paesaggio e più sotto c’è il Santuario della Mefite. E’ una terra dura, ma, anche questa volta, l’orto nascerà e sarà interamente biologico, fin dalla scelta, grazie a Francesca, di realizzare tutti gli ortaggi autonomamente con i propri semi. Insomma alle nostre piantine facciamo tutti i nostri auguri perché questo rischia di essere davvero un orto meraviglioso!
L’orto è il terzo di quest’anno 2011/2012 insieme all’orto dei Nonni e Nipoti a Santo Stefano del Sole e all’Orto dei Campesi a Calitri. 

Foto piantine – maggio

Foto preparazione semenzaio – marzo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>