La storia dell’albero Pino



C’era una volta un alberello di nome Pino ed era circondato dai rifiuti.
Lui era triste perché in quel luogo vi si trovavano tantissimi rifiuti e tutti gli alberi erano infestati dai detriti come: lattine, bottiglie, divani, ruote, frigoriferi, vetri, plastica, rifiuti umidi, carta, erbe, eccetera.
Tutti gli alberi di quel posto erano tristi, ma ogni tanto venivano dei bambini a pulire le montagne. Gli alberi speravano che il giorno stesso venivano quei bambini. Quasi tutti i giorni i rifiuti erano portati in montagna. Pino si chiedeva perché quelle persone cattive venivano a portare i rifiuti in montagna infestandoli di detriti e sporcizie: piccolo Pino non capiva!Dopo un po’ i bambini si rifacevano vedere sulla montagna per pulire tutta l’immondizia buttata anche dalle discariche. Gli alberi erano contentissimi e ringraziarono i bambini e le bambine. Un giorno gli alberi della montagna decisero di battersi insieme ai bambini per raccogliere i rifiuti nel loro ambiente. E insieme alla collaborazione delle persone che volevano lottare per questa cosa, avrebbero iniziato a battersi.
Un mese dopo si trovavano per le strade con i cartelli e le proteste insieme alle scuole. Finalmente le persone non buttavano più i rifiuti sulle montagne perché gli alberi e i bambini avevano convinto gli uomini a non buttare più i rifiuti sulla montagna, per questo la montagna restò pulita per sempre.
Pino era molto felice e finalmente poteva respirare l’aria pulita. Tutti ormai erano felici e Pino sapeva che ora poteva vivere in pace e tranquillità e non era più infestato da quei rifiuti e che quelle persone che prima venivano a buttare i rifiuti avevano imparato la lezione.

Lisa e Alessia. Scuola elementare Santo Stefano del Sole

Disegni Santo Stefano del Sole – galleria 1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>