Il maestro Gianni Maddaloni intervistato da Marco sull’inquinamento in Campania

In occasione della Giornata Mondiale per la Disabilità al Palazzetto dello Sport di Lioni si è tenuta il 3/12/2013 la manifestazione “Uniti nello sport … dove le diversità si valorizzano” organizzata dal gruppo inclusione dell’IISS Vanvitelli di Lioni (AV) diretto da Pietro Petrosino. Dal mare alla montagna, quindi, per un progetto che ha avuto come mattatore il maestro judoka Gianni Maddaloni, padre di Pino, oro olimpico a Sidney, Laura, 13 volte campione mondiale e Marco, vincitore del Pechino Express. Le arti marziali contro le differenze, l’emarginazione sociale e la sottocultura delle mafie.
Per la prima volta in una scuola irpina gli atleti della Palestra di Scampia “Star Judo Club” allenati da Gianni Maddaloni. Sul Tatami anche Giovanni Guzzo campione nazionale assoluto 2012 nella categoria ipovedenti e non vedenti e iscritto alle qualificazioni per le Paraolimpiadi di Rio. 

Gianni Maddaloni intervistato da Marco

Nel video Gianni Maddaloni risponde alle domande sull’inquinamento in Campania e in Italia di Marco, alunno della IV Sia ITCG dell’IISS Vanvitelli di Lioni, insieme alla Responsabile del Gruppo Inclusione Rosa Marie Cerulli.
Tra gli interventi don Antonio Manganiello autore di “Gesù è più forte della camorra” e Luca Abete di Striscia la notizia. Ad aprire l’esibizione gli atleti irpini della Scuola di Taekwondo del Maestro Franco Addonizio di Venticano e della Scuola di Karate del Maestro Luca Montemarano di Lioni.

3/12/2013 a cura di Virginiano Spiniello, Ass. Culturale L’Albero Vagabondo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>