Festa del Colore a Taurasi il 12 gennaio. Insieme ai bimbi per pulire il fiume Calore!

Continua il viaggio dell’Albero Vagabondo, in occasione della due giorni di Taurasi sul Contratto del Fiume Calore.  Il Comitato di Tutela Fiume Calore www.comitatotutelafiumecalore.org e il Centro di Educazione Ambientale CEA TAURUS della rete INFEA, Regione Campania, in partnership con WWF Sannio e nell’ambito del ciclo di incontri del costituendo Forum Ambientale dell’Appennino www.forumambientale.org, promuovono due giornate di approfondimento – Sabato 11 e Domenica 12 Gennaio, a Taurasi – sulle prospettive del corso fluviale del Calore Irpino/Beneventano con l’obiettivo di coinvolgere tutti i portatori di interesse sulla realizzazione di un Contratto di Fiume.Secondo la definizione data dal 2º World Water Forum, il Contratto di Fiume permette “di adottare un sistema di regole in cui i criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale, sostenibilità ambientale intervengono in modo paritario nella ricerca di soluzioni efficaci per la riqualificazione di un bacino fluviale” e ciò rappresenta un incredibile passo avanti per la gestione delle ricchezze naturali irpi! ne e sannite, emulando il modello già introdotto in molte Regioni d’Italia, come Lombardia, Piemonte e Veneto e contribuendo alla creazione di forme di partecipazione e sinergia tra enti, associazioni e cittadini per la gestione sostenibile delle risorse idriche a livello di bacino idrografico.

Il programma dell’iniziativa vuole coinvolgere grandi e bambini e parte Sabato 11 gennaio alle 10.00 con gli studenti dell’IIS Grottaminarda che effettueranno il campionamento delle acque in Località Passerella a Taurasi analizzando nel lab meeting insieme agli studenti medi dell’Istituto Comprensivo Caggiano di Taurasi le sostanze presenti nelle acque del fiume Calore. La sicurezza sarà garantita dai Volontari della Croce Rossa locale. Il 12 gennaio alle 10.00, nell’atrio del Castello di Taurasi, ci sarà la tappa dell’Albero Vagabondo www.alberovagabondo.it che farà una grande Festa del colore con i più piccini invitandoli a disegnare su tavolette che saranno installate nei luoghi di sversamento ai bordi del fiume e invitando i grandi a pulire. Nella stessa giornata si terrà, alle 11.00, una visita guidata al Castello di Taurasi a cura della Pro Loco con il suo percorso sensoriale TAU.

Alle 16:00 inizia il convegno “Riqualificazione e valorizzazione del fiume Calore”. L’obiettivo dell’incontro è di superare criticità per avviare un percorso di ripristino del valore sociale ed ambientale del fiume Calore. Un primo e fondamentale passo per raggiungere questi importanti obiettivi è sicuramente la volontà di tutti di comprendere le diverse e difficili criticità del corso fluviale e cercare di superarle non con parole ma con un volontario ‘contratto’ . L’inquinamento del fiume, le captazioni intra ed extra regionali, il deflusso minimo vitale, la Galleria Pavoncelli bis, la contaminazione della piana del dragone, le perdite dell’acquedotto, la turnazione stagionale della fornitura idrica, e insieme ad interventi già strutturati ed avviati dagli enti devono essere superati e integrati con gli interventi di pubblica utilità.
Creare una nuova piattaforma decisionale in cui far emergere nuove progettualità ed uscire dalle emergenze è possibile, anche tramite il Forum Ambientale dell’Appennino che promuove l’interazione tra comitati e associazioni che lavorano sul territorio.
Il comitato in questi tre anni di attività ha raccolto e catalogato informazioni e dati disponibili in un dossier “Stato delle acque in Irpinia e fiume Calore” rivolto ai cittadini per renderli consapevoli e informati e ad alle istituzioni per stimolarle. Il dossier sarà presentato prima degli interventi per avere chiaro il quadro della situazione.

Il dibattito sarà moderato dal giornalista Nicola De Ieso, de Il Sannio. Interverranno Nicola Di Paolo, Provincia di Avellino, Antonio Oliviero, Giuseppe Ciarcia, Comitato di tutela del Fiume Calore, Antonio Carmine Esposito, Referente regionale INFEA, Gregorio Romano Presidente Parco Regionale dei Monti Picentini, Raffaello De Stefano, Presidente Alto Calore s.p.a, Vera Corbelli, Segretario Generale Distretto Idrografico Appennino Meridionale, i commissari straordinari delle province di Avellino e Benevento Raffaele Coppola e Aniello Cimitile.

Le Tappe
Il viaggio dell’Albero Vagabondo è iniziato sui tetti del Centro Storico di Avellino nel Natale 2008 ed è continuato, nel 2009 con le Feste del Colore a S. Stefano del Sole nel Parco Regionale dei Monti Picentini 6/06/2009 a Cairano in occasione del Festival Cairano7x (22-28 giugno 2009), al Giffoni Film Festival (13-19 luglio 2009). Si è poi trasformato nell’Albero Metamorfo a S. Stefano del Sole il 3/10/2009. Il 5/03/2010 è andato ad Ariano Irpino per la bonifica di Difesa Grande, il 28/05/2010 a Forino insieme a 150 bambini delle Scuole elementari e all’associazione Salutidaforino.it e il 10/06/2010 è ritornato a S. Stefano del Sole dove si è trasformato nuovamente nell’Albero Metamorfo il 18/10/2010. L’1/06/2011 le scuole elementari di Volturara e Santo Stefano del Sole si sono incontrate in montagna e il 25/06/2011 si è arrampicato fino al Castello di Canale di Serino. Dopo essersi trasformato l’ultima volta nel Metamorfo l’1/10/2011 ha fatto la sua apparizione a Montella, nel Convento di San Francesco a Folloni il 10/06/2012, in occasione dell’evento Anthos Neos insieme a Ragna-tela. Il 7/04/2013 si è fermato a Montemiletto, ospitato dal Comitato Legalità è Bene Comune e il 25/05/2013 è ritornato dai suoi bambini a Santo Stefano del Sole. Il 9/06/2013 è salito sul Vesuvio, insieme a Let’s do it Italy per il Clean up Vesuvio. Il 18/12/2013 è stato a Summonte (AV) nel Parco Regionale del Partenio. Il 12/01/2014 è a Taurasi per difendere il Fiume Calore insieme al Comitato Tutela Fiume Calore e al Forum Ambientale dell’Appennino.
 

INFO
Web www.alberovagabondo.it
Facebook http://www.facebook.com/pages/LAlbero-Vagabondo/112601338781141
Email favole@alberovagabondo.it
Youtube https://www.youtube.com/user/AlberoVagabondo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>