Storia di una quercia

C’era una volta, ai piedi del monte Terminio, un grande albero di quercia di circa mille anni, adorato dai bambini e dagli animali perché offriva loro un buon nascondiglio per i giochi.
Un giorno qualunque come tutti gli altri, i bambini che quotidianamente facevano compagnia alla quercia, notarono che le radici stavano crescendo e i rami allungandosi sempre più si erano abbassati e potevano far male alle loro teste. Allora i bambini decisero di avvisare la guardia forestale sperando che potesse fare qualcosa ma la decisione fu di abbattere l’albero. I bimbi che avevano sempre amato l’albero non lo volevano far abbattere e, dopo alcune ore di meditazione pensando a un piano per riuscire a salvare l’albero, venne alla luce una brillante idea che consisteva nel fare una specie di protesta e di non muoversi da vicino l’albero.
A quel punto le guardie forestali notando che i bambini erano molto affezionati a quella quercia presero una nuova decisione quella di accorciare i rami e le radici senza abbatterlo. Infine l’albero non fu più abbattuto e visse per ancora altri mille anni assieme ai suoi amici che lo avevano aiutato.
Raffaele Coppola VA – Sala di Serino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>