Favole

Quando ti manca il fiato e ti verrebbe voglia di urlare, quando capisci di essere troppo arrabbiato per dire qualcosa di sensato, quando sei stanco, disilluso e hai finito tutte le parole. Ecco… è il momento di scrivere una favola, di lasciare che sia la voce della tua fantasia a parlare per te.
Se invece sei un bambino puoi scriverla sempre, perché il tuo mondo, se sei fortunato come dovrebbe essere, te lo auguro, è una favola. E le favole scritte dai bambini sono le più belle.
Lo Spirito del Re Albero, arrabbiato per come trattano la montagna, si è strappato ai suoi boschi e ha iniziato qualche anno fa un viaggio chiedendo l’aiuto dei bambini per educare i grandi. L’Albero Vagabondo è una favola. Una favola che viene distribuita ai bambini prima di iniziare la Festa del Colore e disegnare insieme le tavolette che saranno installate sui rifiuti. E’ una favola contro l’indifferenza di chi getta i rifiuti, di chi non pulisce la montagna pur sapendo che lì ci sono i disegni dei bambini e di chi continua a sversare rifiuti nei boschi, magari proprio sopra quei disegni. Lo Spirito del Re Albero è stata pubblicata la prima volta in occasione della Festa del Colore al Giffoni Film Festival e il Ritorno del Re Albero è stata distribuita solo alle elementari di Santo Stefano del Sole, nei Monti Picentini, dove l’Albero Vagabondo nasce e inizia il suo viaggio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>