Cairano, 21 giugno, festa del Colore e orto comunitario

Sabato 21 giugno, alle ore 10.00 saliremo insieme ai bambini per installare i loro disegni sull’Orto comunitario di Cairano (AV). La festa è libera ed aperta a tutti i partecipanti di Recupera e Riabita, Restart. L’Albero Vagabondo continua il suo viaggio, ma stavolta non denuncerà discariche e scempi, l’Albero non parlerà del vicino Ofanto che scorre inquinato a partire dalle sue sorgenti e attraversa i nuclei industriali inquinati dell’Alta Irpinia. Non parlerà dell’enorme potabilizzatore che porta l’acqua in Puglia e della storia antica delle traversine ferroviarie nell’acqua. Non ricorderà le storie di acqua che va via e di montagne dimenticate, di piccoli comuni che contrattano con grandi acquedotti vendendo a pochi spiccioli l’acqua che viene da montagne che non sono le proprie. Dimenticherà la vecchia moria delle gru. Non penserà alla minaccia di un parco eolico nell’area di nidificazione della cicogna nera dell’Ofanto. No. L’Albero, stavolta chiederà ai bimbi una favola allegra, una favola di speranza chiederà di disegnare il futuro e l’Appennino e installerà le loro idee sull’orto comunitario. A Cairano 333 abitanti, c’è bisogno di speranza, di sognare ancora, di ricordare tutto quello che è bello per cancellare tutto quello che è brutto. Per questo l’Albero vi chiede di venire a Cairano con i vostri bambini, salite su alla Piazzetta della Chiesa del Leone e disegnate con noi. Bianco, giallo, rosso e blu, non vogliamo il nero, nè il grigio e alla fine un grande girotondo, per cantare insieme una canzone, con l’Albero Vagabondo!

Ringraziamenti Gruppo di lavoro
Grazie a Michele Vitiello, che ha recintato e fresato, a Giuseppe Frieri, il papà dell’orto, ad Antonio Zarra, maestro dell’orto dei Campesi a Calitri e Sebastian Scura, vice, che sono venuti da Ruvo del monte e Pescopagano per iniziare i lavori insieme a me e hanno dato la spinta agli altri. Grazie a Giuseppe di Domenico per i consigli e l’esperienza, grazie a Antonio Luongo per le foto e la cura, al Ciclonauta Claudio Ferraro, che è salito da Mercogliano. E grazie al comune, al Sindaco Luigi D’Angelis, a Dario Bavaro per l’organizzazione e Angelo Verderosa ed Eduard Natale per il supporto e l’emozione. E naturalmente a Franco Dragone per tutto.

Programma Recupera e riabita
Il programma completo è su Piccoli Paesi

La festa del colore a Cairano il 3 agosto 2013

Prendiamo le misure

Al tramonto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>