La funzione dell’arte nel sociale. Deliceto.

 20150519_130239Rivolta delle pecore, 27 maggio, Ristorante Ballarò, Dliceto (FG). A Deliceto, insieme al Centro di Salute mentale e al Centro diurno Arcobaleno, si sperimenteranno sentimenti, emozioni, liberandoci tutti insieme grazie ad arte, poesia, musica e teatro. La rivolta delle pecore è una favola che prenderà forma grazie al lavoro collettivo, un semplice momento all’interno di tutto che sarà resa possibile dalla partecipazione, per una lenta evoluzione, per un cambiamento graduale e sereno.

Preparazione Rivolta delle Pecore a Deliceto

POESIA
Due splendide poesie di Giuseppina Ruberto, che saranno lette nell’incontro.

 Emozione

Emozione, sentimento che cresci
piano piano dentro di noi,
che inebri cervello,
anima, mente e cuore,
ci appaghi, ci soddisfi
e ci rendi felici.
Emozione, sentimento indescrivibile e unico.

Follia
Disperatamente follia,
mamma mia
non si calma
ma poi viene la pazzia
e dentro nasce una poesia.”

GALLERIA 1 – ARTE

Nelle foto: il Centro Diurno Arcobaleno con la collaborazione della Coop. Pegaso durante il laboratorio di pittura creativa con mani e pennelli su lenzuolo al Bosco Macchione; i ragazzi del centro nei laboratori di scrittura creativa e pittura.

GALLERIA 2 – ARTE
Il laboratorio insieme a Michele Di Sapia

GALLERIA 3 – TEATRO E MUSICA
L’Associazione teatrale Delicetana Tanino con Alkemia al lavoro nella preparazione dei testi

LOCANDINA (di Pina Suriano)
Locandina deliceto_little

2 pensieri su “La funzione dell’arte nel sociale. Deliceto.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>